gp_05-02_cov-1
gp_05-02_cov-2

Geopolitica Vol. V No. 2 – L’Iran dopo le Sanzioni: Energia, Giovani, Islam, Modernità, e Crisi Regionale

20,00

Acquistare

Informazioni aggiuntive

Autore

AA.VV.

Editore

Avatar Editions

Data

15/12/2016

Collana

Geopolitica (Rivista)

Pagine

258

Dimensioni

15, 6 x 23, 4

Dorso

Brossura

ISBN

9781907847387

ISSN

2009-9193

Formato

Libro

Altro

A cura dI Raffaele Mauriello, Biancamaria Scarcia Amoretti

Descrizione prodotto

La Repubblica Islamica dell’Iran è il paese con le maggiori riserve cumulate di gas e petrolio; è l’unica repubblica costituzionale frutto di un processo rivoluzionario di matrice islamica di successo del mondo contemporaneo; ha la popolazione giovanile con il miglior livello di educazione del Vicino Oriente e più della metà di tale popolazione giovane ed educata è costituita da donne.

L’Iran e i suoi Guardiani (Pasdaran) passano da un successo all’altro nei conflitti armati dell’area: Libano, Iraq, Siria, Yemen. Lo scontro con l’Arabia Saudita si acuisce, sebbene ciò sia dovuto al susseguirsi delle débâcle strategico-militari e alla crisi economica e strutturale dei sauditi, e non a un’opposizione innata e insanabile fra sunniti e shi‘iti; separati sì da differenze reali e complesse, ma che convivono da sempre come “gemelli diversi” e non da separati in casa.

Dopo essere stato il primo paese del Vicino Oriente a essere teatro di una Rivoluzione costituzionalista (1905-11), della scoperta (1908) e nazionalizzazione del petrolio (1951), del primo colpo di stato organizzato dalla CIA (1953), della Rivoluzione islamica (1979) e della più lunga guerra del XX secolo (Iraq-Iran, 1980-1988), l’Iran ora cerca a fatica di trovare una propria posizione nella geopolitica e nelle relazioni internazionali del XXI secolo.

Se la fine delle sanzioni dovesse concretizzarsi e condurre a un pieno reinserimento del paese nel consesso delle nazioni, ciò equivarrebbe a un cambiamento di portata simile alla fine della Guerra Fredda o all’ascesa della Cina. Su tutti gli scenari l’Iran – oggi paese nucleare riconosciuto – gioca la sua partita da protagonista.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail